samerlift, Author at samerlift.com - Pagina 2 di 2

Mini-lift: con le detrazioni fiscali, investimento ancora più maxi!

Minilift_2

Il mini-ascensore (mini-lift) è ancora più accessibile. Il maxi investimento diventa ancora più grande, usufruendo delle detrazioni fiscali fino al 50% entro il 31 Dicembre 2015; grazie al recupero IRPEF del Decreto Sviluppo, infatti, si recupera fino alla metà dell’importo speso.

Il recupero IRPEF è accessibile a tutti, anche se non si è proprietari dell’immobile, basta che sia installato nel territorio italiano ed in più è suddividibile anche per quote millesimali nel caso di un condominio.


Come funziona:

  • l’agevolazione è valida fino al 31 Dicembre 2015

  • per il Recupero IRPEF farà fede la data dell’effettuato bonifico di pagamento

  • la causale del pagamento dovrà essere: “montaggio di una piattaforma elevatrice per l’abbattimento delle barriere architettoniche”

  • l’importo pari al 50% della spesa può essere portato in detrazione in parti uguali in 10 anni

  • la spesa può essere sostenuta anche nell’interesse di terzi che siano fiscalmente a carico

  • il recupero IRPEF può essere sommato ad altre detrazioni o contribuiti qualora se ne avesse diritto


 

Considerando poi che, come già detto, un mini-ascensore è a tutti gli effetti un ascensore, ma con costi di impianto, manutenzione ed energetici molto più bassi, è facilmente desumibile come, anche grazie alle agevolazioni fiscali, possa rappresentare un MAXI investimento per chi vuole aumentare il valore del proprio immobile.

Mini-lift: un maxi-investimento!

minilift

Il mini-ascensore (minilift) è a tutti gli effetti un ascensore.

Studiati per le abitazioni private o per qualsiasi edificio commerciale o pubblico che richieda il superamento di barriere architettoniche. I mini-ascensori o minilift sono dei veri e propri ascensori, ma si distinguono per la velocità ridotta e la semplicità di funzionamento.Ideale nelle abitazioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche laddove non è possibile installare un classico impianto ascensore, specialmente per favorire, grazie alle dimensioni di ingombro ridotte il trasporto verticale di anziani o persone disabili.

Adattabili a tutte le tipologie abitative su due o più piani o in situazioni di strutture o servizi per la collettività, si distinguono anche per un contenuto costo di acquisto e di manutenzione.

Il mini-ascensore o minilift, non sono solo “mini” per quanto riguarda le dimensioni e le prestazioni, ma anche e soprattutto per quanto riguarda:


  • CONSUMI :  – 80% rispetto ad un ascensore tradizionale

  • MANUTENZIONE:  -50% rispetto ad un ascensore tradizionale

  • PREZZO: -20% rispetto ad un ascensore tradizionale


Questo fa del mini-ascensore o mini-lift un vero e proprio investimento, specialmente in un momento di profonda crisi del mercato immobiliare.
L’installazione di un mini-lift all’interno di un struttura abitativa, infatti, può innalzare il valore di mercato realizzato dell’immobile fino al 50% in più rispetto al normale prezzo di realizzo.

Un esempio concreto:

valore di un immobile di 80 MQ posto al 4° piano di una palazzo secondo un valore di mercato medio locale pari a € 1.000,00 al MQ.


  •  SENZA ASCENSORE: valore di realizzo – 25% rispetto al valore medio locale = € 60.000,00

  • CON MINI-LIFT: valore di realizzo + 10% rispetto al valore medio locale = € 88.000,00


Il 47% in più sul valore realizzato dopo la vendita dell’immobile.

Secondo questi dati è facilmente desumibile come il mini-ascensore sia un investimento concreto sull’immobile, sottolineando che il costo del suddetto investimento parte da € 9.000,00

cifra che non si avvicina nemmeno alla svalutazione che il mercato immobiliare ha subito nell’ultimo decennio (tra il 30% ed il 50%).

A tutto ciò c’è poi da aggiungere che il costo di manutenzione ed i consumi annui sono davvero “mini”, per comprendere che il mini-lift è un mini-ascensore ma un maxi-investimento!

Assistenza 24 ore su 24

Schermata_up&down_samerlift

SAMERLIFT fornisce alla propria clientela un valido supporto di assistenza al cliente, attivo 24 ore su 24.

Questo servizio assistenza, in collegamento con la centrale operativa è destinato al soccorso di eventuali utenti rimasti bloccati nella cabina ascensore.

Per richiedere il soccorso è sufficiente premere il pulsante di allarme in cabina, che attiverà un combinatore telefonico in collegamento con i nostri numeri di emergenza, garantendo un pronto intervento che comunque è previsto in un’ora dalla chiamata.

Read More

Report: Affermazioni Inesatte!

Schermata report

Affermazioni INESATTE nella trasmissione “Report” di domenica 31 Maggio 2015.

Anche Report, in onda su Raitre domenica scorsa si è occupato di risparmio energetico negli ascensori, sottolineando una tendenza in visibile aumento in questi anni.

In primo piano la soluzione innovativa di Encosys, ma anche le sovvenzioni pubbliche legate ai cosiddetti “certificati bianchi”, grazie alle quali è diventato possibile installare degli inverter su ascensori esistenti ottenendo una riduzione del consumo di energia.

Non è esatto, come viene frettolosamente affermato, che l’inverter da solo non consente di ridurre il consumo energetico. E’ bene infatti ricordare che l’applicazione corretta di un inverter riduce il consumo circa del 35% e la potenza impegnata del 50%.

Read More

DA OGGI, INSTALLARE UN ASCENSORE E’ ANCORA PIU’ FACILE

Schermata_gazzetta_ufficiale

Installazione degli ascensori, le semplificazioni nel DM del 19 marzo 2015

In Gazzetta Ufficiale n.82 del 9 aprile 2015

Decreto Ministero Sviluppo Economico 19 marzo 2015 “Individuazione della documentazione da presentare ai fini dell’accordo preventivo per l’installazione di ascensori nei casi in cui non e’ possibile realizzare i prescritti spazi liberi o volumi di rifugio oltre le posizioni estreme della cabina”.

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.82 del 9 aprile 2015 il decreto attuativo del Ministro dello Sviluppo economico 19 marzo 2015 sulle semplificazioni per l’installazione degli ascensori.

Si ricorda che per lo stesso Ministero la semplificazione interessa sia i cittadini che le imprese in merito alle procedure relative agli accordi preventivi per l’installazione di ascensori quando non è possibile realizzare: a) i prescritti spazi liberi, oppure b) i volumi di rifugio oltre le posizioni estreme della cabina.

Read More

“Ascensore Amico”, la nuova linea di mini-lift!

slider_expocasa_samerlift_2

Ascensore Amico”, la nuova linea di mini-lift caratterizzata da facilità d’uso, bassi consumi e costi ridotti.

Quando lo spazio a disposizione è poco, le piattaforme elevatrici sono una valida alternativa.

Possono essere installate in ogni edificio, all’interno o all’esterno, e svolgono efficacemente le stesse funzioni di un normale ascensore, pur con un ingombro inferiore. Gli innovativi mini-lift della linea “Amico” sono piattaforme elevatrici che rispondono ai più avanzati criteri di sicurezza.

Sono, infatti, dotati di paracadute a bloccaggio istantaneo, di dispositivi contro la discesa rapida e per la discesa di emergenza, di controllo elettromeccanico che impedisce l’apertura delle porte in assenza di cabina. Inoltre, in caso di black-out elettrico, entra in funzione un dispositivo di ritorno automatico al piano. Come i normali ascensori poi, fungono da “momenti di aggregazione condominiale”, tanto che la linea “Amico” può risolvere problemi legati alla mobilità verticale, soprattutto per quanto riguarda palazzi e/o residenze nei centri storici.

Read More

L’ASCENSORE… IL NUOVO MODO PER CONOSCERSI!

Schermata_up&down_samerlift

L’Italia risulta avere il numero più alto di ascensori del mondo: nel 2008 erano circa 850.000, secondo un’indagine dell’italiana ANIE (Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche). Seguono a distanza gli Stati Uniti, con più di 600.000 impianti.

Questo significa che su una popolazione di 59.685.227 abitanti è presente un ascensore ogni 70 abitanti.

Il dato è molto positivo se teniamo conto che l’Italia è composta da piccoli e piccolissimi comuni, all’interno dei quali, spesso, le abitazioni non superano i 2 piani di altezza, anzi, un dato ISTAT del 2010 ci parla dell’abitazione media di una famiglia italiana di 1,77 piani, escludendo piccole città al di sopra dei 15.000 abitanti.

La statistica, quindi, è fatta, per la maggior parte dei casi, dalle città più grandi di 15.000 abitanti, anche se non mancano nei piccoli centri le costruzioni di 4 o 5 piani che necessitano dell’ascensore.

Read More

I Potenziali di Risparmio Energetico negli Ascensori

blog_samerlift_risparmio

Ascensori, enorme potenziale di risparmio INDAGINE – E4

L’indagine E4 ha preso in esame 80 impianti installati in tutta Europa, rispettivamente 74 ascensori e 7 scale mobili. Dallo studio è emerso che gli ascensori rappresentano fino al 5% dei consumi energetici di uno stabile. E, quando sono in modalità stand-by, l’assorbimento di energia elettrica è pari al circa il 70% della consumo in attività. L’illuminazione è uno dei carichi elettrici che maggiormente contribuiscono al consumo di questi impianti in condizione stand-by. Influisce poi il consumo di energia durante il movimento e, più banalmente, la frequenza d’uso. Da questi dati, indice di un fenomeno da non sottovalutare, E4 ha calcolato il risparmio complessivo che si potrebbe ottenere servendosi degli apparecchi più efficienti attualmente in commercio e fornendoli di sistemi di “controllo intelligente”. Il risparmio sarebbe pari a 11 Twh. Tutto ciò si tradurrebbe poi in una significativa riduzione di emissioni inquinanti.

Read More